L’alimentazione per il reflusso gastroesofageo

Per trarne il maggior giovamento possibile, prenditi il tempo per leggere con attenzione le informazioni riportate qui sotto.

Con i nostri menu reflusso gastroesofageo (MRGE), avrai le migliori probabilità di successo. Per trarne il maggior giovamento possibile, prenditi il tempo per leggere con attenzione le informazioni riportate qui sotto.

Consigli importanti e suggerimenti utili

Che cosa devi fare

  • Mangia e bevi lentamente.
  • Bevi molta acqua durante tutta la giornata. Riempi una bottiglia la mattina presto e bevila gradualmente nel corso della giornata.
  • Fai delle attività dopo i pasti, ma di lieve intensità.
  • Dormi in posizione inclinata con la testa in posizione rialzata.
  • Se sei in sovrappeso, sappi che una perdita di peso, anche moderata, potrebbe attenuare i tuoi sintomi dovuti al reflusso gastroesofageo.
  • Consulta il tuo medico se hai dei problemi di salute. Ti raccomandiamo anche di consultare un nutrizionista membro dell’ordine professionale, e di informarlo che stai seguendo i menu di SOSCuisine.

A cosa devi fare attenzione

  • I nostri menu contengono delle quantità limitate o nulle dei principali ingredienti che possono aggravare i sintomi del reflusso gastroesofageo. Dato che queste tolleranze possono variare da persona a persona, se sei particolarmente sensibile a un alimento: evita di mangiarlo, anche se compare nei nostri menu.

Che cosa devi evitare

  • Evita gli alimenti che favoriscono il reflusso: tè, caffè, cioccolato, menta, ecc.
  • Evita l’alcol, poiché spesso provoca bruciori di stomaco irritando lo sfintere esofageo inferiore e l’esofago, e stimolando la produzione di acido gastrico.
  • Evita tutte le abitudini (bere con la cannuccia, mangiare velocemente) o tutti gli alimenti che provocano gas (gomma da masticare, bevande gassate, acqua frizzante, acqua con bicarbonato di sodio).
  • Evita di bere durante i pasti, da 30 minuti prima a 30 minuti dopo ogni pasto.
  • Evita di chinarti dopo i pasti.
  • Evita di coricarti nelle tre ore successive al pasto.
  • Non mangiare nelle 2 o 4 ore precedenti al momento di andare a dormire.
  • Evita di indossare degli abiti troppo stretti che comprimono la parte centrale del corpo.
Top

Domande Frequenti: Reflusso gastroesofageo

Soffro di reflusso gastroesofageo e vorrei allo stesso tempo dimagrire. Quale menu dovrei scegliere?

Ti raccomandiamo di consultare il tuo medico e/o nutrizionista membro dell’ordine professionale, che sono le figure professionali più adatte alle quali chiedere consiglio in questi casi. Detto questo, puoi sempre scegliere il menu bruciori di stomaco / reflusso (MRGE) da 1600 calorie. Essendo probabilmente inferiore al tuo fabbisogno energetico, il menu MRGE da 1600 calorie attenuerà i tuoi disagi aiutandoti al contempo a perdere peso.

Trovo che i pasti serali siano meno abbondanti rispetto a quelli di mezzogiorno. C’è un motivo particolare?

La sola raccomandazione per ridurre il reflusso gastrico che si basa su dati probanti è di perdere peso se la persona che ne soffre è corpulenta o obesa. Questa condizione gioca in effetti un ruolo determinante sui sintomi, a causa della pressione esercitata dall’eccesso di peso, che comprime lo stomaco e causa il reflusso verso l’esofago.

Per questo i nostri menu sono realizzati in modo da risultare meno calorici nel pasto serale rispetto al pasto di mezzogiorno, per favorire la perdita di peso. Sarai in grado di bruciare la maggior parte delle calorie ingerite durante la giornata prima di andare a letto, evitando così di accumularle sotto forma di grasso.

Top

Informazioni sulla nutrizione: Reflusso gastroesofageo

Le più recenti raccomandazioni (riferimenti) per il reflusso gastrico si traducono in 51 obiettivi nutrizionali che devono essere raggiunti giorno dopo giorno, per diminuire i sintomi del reflusso gastroesofageo (MRGE) patologico.

Questi 51 obiettivi possono essere così raggruppati:

  • Un apporto calorico adeguato: Attualmente proponiamo 2 livelli calorici per soddisfare al meglio le tue necessità: 1.600 o 2.000 kcal al giorno
  • Un debole contenuto energetico
  • Gli apporti ottimali di vitamine e minerali, in particolare di calcio, vitamina C e sodio
  • Gli apporti ottimali di grassi, carboidrati (tra cui fibre e zuccheri aggiunti) e proteine/li>
  • Gli apporti ottimali di grassi buoni (monoinsaturi e polinsaturi) e il rapporto ottimale tra omega-6 / omega-3
  • Nessun grasso trans artificiale
  • Il numero appropriato di pasti e spuntini
  • Proporzioni raccomandate dei vari gruppi alimentari
    • Verdura e frutta, comprese le essenziali verdure verde scuro e arancioni
    • Alimenti fonti di proteine
    • Prodotti cerealicoli integrali
  • La composizione ottimale degli spuntini in termini di quantità di carboidrati e proteine (tra cui le proteine magre)
  • Quantità quotidiana di alimenti specificamente raccomandati (fonti di proteine povere di grassi, ecc.)
  • Quantità quotidiana di alimenti da limitare (alimenti fermentanti come le crucifere, legumi, ecc.)
  • Alimenti irritanti da eliminare (menta, cioccolato, agrumi, pomodoro, ecc.)
Top

Articoli: reflusso gastroesofageo

Top

Notizie e ricette via mail

Iscriviti alla newsletter di SOSCuisine per ricevere settimanalmente ricette, consigli e ispirazioni.

La mia mail non sarà mai inviata ad una terza parte e posso ritirare il mio consenso in qualsiasi momento.

AVVERTENZA: Le informazioni fornite sul sito SOSCuisine.it non sono un consulto medico e non hanno lo scopo di permettere un’autodiagnosi. E’ sempre consigliato rivolgersi ad un professionista della salute o al vostro medico per un parere prima di intraprendere qualsiasi cambiamento nella vostra alimentazione e nel vostro stile di vita.Vedere le condizioni d’utilizzo.