L’alimentazione a basso contenuto di FODMAP

Una soluzione per la sindrome del colon irritabile

Con i nostri menu a basso contenuto di FODMAP, avrai le migliori probabilità di successo. Per trarne il maggior giovamento possibile, prenditi il tempo per leggere con attenzione le informazioni qui sotto riportate.

Gagnants DUX 2017

Consigli importanti e suggerimenti utili

Che cosa devi fare

  • Lo stress riveste un ruolo importante nella comparsa dei sintomi, ed è importante gestirlo al meglio. Includi regolarmente nella tua routine delle attività antistress e fai dell’attività fisica regolarmente.
  • Segui il menu a basso contenuto di FODMAP durante 4-6 settimane per eliminare i sintomi. La dieta a basso contenuto di FODMAP non è stata concepita per essere seguita a lungo termine; idealmente occorre consultare un nutrizionista dopo aver seguito i menu di 4-6 settimane, per valutare quali carboidrati (indicati dall’acronimo FODMAP) sono i più problematici per te.
  • Evita le porzioni troppo abbondanti, non alzarti mai da tavola con l’impressione di aver mangiato troppo e mantieni un orario stabile dei pasti.
  • Mangia lentamente e mastica bene.
  • Bevi a sufficienza, ossia 1 o 2 litri di liquidi (che includono acqua, latte, minestra, tè, caffè, succhi, ecc.), distribuiti durante tutta la giornata.
  • Leggi bene la lista degli ingredienti sui prodotti che acquisti, e fai attenzione che non vi siano degli ingredienti ad alto contenuto di FODMAP.
  • Il menu a basso contenuto di FODMAP è equilibrato nella sua distribuzione di carboidrati, ed è perciò adatto alle persone diabetiche.
  • Se hai dei problemi di salute consulta il tuo medico. Ti raccomandiamo inoltre di consultare un nutrizionista membro dell’ordine professionale, e di comunicargli che segui i menu di SOSCuisine.

A cosa devi fare attenzione

  • Modera il tuo consumo di bevande contenenti caffeina (caffè, tè, bevande gassate, bevande energetiche, ecc.).
  • Assumi alcool con moderazione. 1-2 consumazioni al giorno per gli uomini e 1 consumazione al giorno per le donne.

Che cosa devi evitare

  • Evita le bevande alcoliche zuccherate (vino da dessert, “cocktail” e liquori), poiché contengono troppi zuccheri. Preferisci piuttosto le bevande più nutrienti, o l’acqua.
  • Evita le abitudini che potrebbero favorire l’aerofagia (l’ingresso d’aria nel sistema digerente), come masticare gomme, bere bevande gassate o acqua frizzante, ecc.
Top

Domande Frequenti: FODMAP

Che cos’è il premio DUX 2017 ?

DUX è un programma canadese che ricompensa aziende, organizzazioni e istituzioni per la loro leadership e le loro innovazioni che aiutano a migliorare la salute della popolazione. Abbiamo vinto il premio della giuria nella categoria Progetti – imprese non alimentari (PMI).

Chi ha inventato l’alimentazione a basso contenuto di FODMAP ?

Questo regime alimentare è stato sviluppato da due ricercatori australiani della Monash University di Melbourne: Peter Gibson, gastroenterologo, e Sue Shepherd, nutrizionista. La loro prima pubblicazione risale al 2005. Da allora, i dati scientifici sull’efficacia del metodo si sono moltiplicati, portando un numero sempre maggiore di gastroenterologi e nutrizionisti di tutto il mondo a utilizzarlo con successo.

Nel marzo 2015, dei ricercatori dell’Università del Michigan hanno pubblicato nel ‘Journal of the American Medical Association’ i risultati delle loro analisi di 139 studi clinici sulla sindrome del colon irritabile, giungendo alla conclusione che ci sono sufficienti dati comprovanti l’efficacia dell’alimentazione a basso contenuto di FODMAP nel diminuire in modo considerevole i sintomi nel 75% dei casi.

Chey, W. D., Kurlander, J., & Eswaran, S. (2015). Irritable Bowel Syndrome – A Clinical Review.Journal of the American Medical Association, 313(9), 949.

Cosa significa FODMAP ?

L’acronimo FODMAP significa :

  • F = Fermentanti (fermentescibili);
  • O = Oligosaccaridi (fruttani e galatto-oligosaccaridi);
  • D = Disaccaridi (lattosio);
  • M = Monosaccaridi (fruttosio in eccesso al glucosio);
  • A = And (e);
  • P = Polioli (sorbitolo, mannitolo, xilitolo e maltitolo)

Si tratta di carboidrati fermentescibili nell’intestino.

Perché l’alimentazione a basso contenuto di FODMAP è consigliata per le persone che soffrono di sindrome del colon irritabile ?

Nelle persone che soffrono di sindrome del colon irritabile, alcuni FODMAP vengono soltanto parzialmente digeriti e assimilati. Ciò provoca una distensione dell’intestino e la produzione di gas, da cui derivano i dolori, i crampi e le flatulenze. Per alleviare questi sintomi, occorre limitare il proprio apporto di carboidrati fermentescibili, ossia i FODMAP.

L’alimentazione a basso contenuto di FODMAP va bene per me?

Tutto dipende dalle tue condizioni di salute! Il metodo FODMAP è ideale per te se ti riconosci nei seguenti criteri:

  • Hai uno o più dei seguenti sintomi: gas intestinali, gonfiori, dolori addominali, diarrea e/o stitichezza.
  • Non riesci a regolare questi sintomi con dei semplici cambiamenti del tuo stile di vita (mangiare più fibre alimentari, bere più liquidi, fare dell’esercizio, controllare lo stress, dormire di più, ecc.)
  • Hai consultato il tuo medico, e quest’ultimo ha eliminato ogni altra causa della sindrome del colon irritabile che potrebbe spiegare i tuoi sintomi
  • Il tuo medico o il tuo nutrizionista ti ha consigliato il metodo FODMAP per eliminare i sintomi dovuti alla sindrome del colon irritabile

Quali alimenti devo evitare?

Vedere la lista dei principali alimenti ad elevato tenore di FODMAP.

Ricorda che molti altri alimenti contengono dei FODMAP in quantità modesta, e devono perciò essere assunti in quantità limitata per evitare dei problemi. E’ esattamente quello che i nostri menu a basso contenuto di FODMAP fanno per te.

Quali alimenti posso mangiare?

Qual è la differenza tra il vostro programma e le informazioni che potrei trovare su internet o nei libri che trattano dell’alimentazione a basso contenuto di FODMAP?

Seguire questa dieta senza aiuto è una vera sfida! Infatti, bisogna eliminare tutti gli alimenti ricchi di FODMAP e limitare quelli contenenti quantità moderate di FODMAP. Fortunatamente, SOSCuisine esiste per facilitarti le cose, fornendoti menu e ricette che soddisfano al 100% la dieta a basso contenuto di FODMAP.

Occorre acquistare degli alimenti particolari per seguire il vostro programma?

Assolutamente no! I nostri menu sono concepiti a partire da alimenti naturali che potrai trovare facilmente nei supermercati, nei negozi di alimentari naturali e biologici o anche dai tuoi commercianti e produttori locali./p>

Se avrò delle domande, il vostro team sarà disponibile a darmi delle risposte?

Certamente! Desideriamo che tu possa alleviare i tuoi sintomi, e siamo qui per aiutarti. In qualità di abbonato al programma a basso contenuto di FODMAP, avrai accesso a un forum privato moderato da un dietista/nutrizionista specializzato. Potrai porre le tue domande, e i nostri dietisti/nutrizionisti ti risponderanno. Se hai bisogno di un accompagnamento più completo, ti offriamo il servizio VIP Nutrizionista che prevede, tra le altre cose, 3 consultazioni a tu per tu con un dietista/nutrizionista.

Qual è la differenza tra l’alimentazione a basso contenuto di FODMAP e quella senza glutine?

L’alimentazione senza glutine è indicata per le persone che soffrono della malattia celiaca, e che devono perciò eliminare il glutine dalla loro dieta. Il glutine è una proteina che si trova in numerosi cereali, pertanto queste persone dovranno evitare il grano, la segale, l’orzo, ecc. Nell’alimentazione a basso contenuto di FODMAP, il grano, l’orzo e la segale devono ugualmente essere eliminati, ma per il loro contenuto di fruttani, non per il glutine. D’altronde, l’alimentazione a basso contenuto di FODMAP limita anche l’assunzione di altri tipi di carboidrati (lattosio, polioli, ecc.), che invece non è prevista dall’alimentazione senza glutine.

Top

Informazioni sulla nutrizione: FODMAP

Le più recenti raccomandazioni (riferimenti) per mangiare in modo equilibrato e seguire l’alimentazione a basso contenuto di FODMAP si traducono in 49 obiettivi nutrizionali che devono essere raggiunti giorno dopo giorno per una salute ottimale.

Questi 49 obiettivi possono essere così raggruppati:

  • Un apporto calorico che favorisca il raggiungimento e il mantenimento del peso forma
  • Gli apporti consigliati di carboidrati, grassi e proteine
  • Gli apporti ottimali di fibre
  • Gli apporti ottimali di grassi “buoni” (monoinsaturi e polinsaturi) e il rapporto ottimale omega-6/omega-3
  • Nessun grasso trans artificiale
  • Gli apporti limitati di grassi saturi, zuccheri aggiunti/concentrati e alcol
  • Gli apporti ottimali di vitamine e minerali, in particolare il sodio
  • Proporzioni raccomandate dei vari gruppi alimentari
    • Verdura e frutta, comprese le essenziali verdure verde scuro e arancioni
    • Alimenti fonti di proteine
    • Prodotti cerealicoli integrali
  • Il numero corretto di porzioni di frutta per pasto
  • Le quantità adeguate di alimenti da limitare che hanno un contenuto di FODMAP moderato (noci e semi, sedano, mais, asparagi, piselli, lenticchie, pompelmo, patata dolce, latticini, ecc.)
  • Gli alimenti ad alto contenuto di FODMAP da escludere (more, cipolla, vini dolci, prodotti del grano e della segale, ecc.)
Top

Articoli: FODMAP

Top

Saperne di più sulla sindrome del colon irritabile

Notizie e ricette via mail

Iscriviti alla newsletter di SOSCuisine per ricevere settimanalmente ricette, consigli e ispirazioni.

La mia mail non sarà mai inviata ad una terza parte e posso ritirare il mio consenso in qualsiasi momento.

AVVERTENZA: Le informazioni fornite sul sito SOSCuisine.it non sono un consulto medico e non hanno lo scopo di permettere un’autodiagnosi. E’ sempre consigliato rivolgersi ad un professionista della salute o al vostro medico per un parere prima di intraprendere qualsiasi cambiamento nella vostra alimentazione e nel vostro stile di vita.Vedere le condizioni d’utilizzo.