C’è un nesso tra emicrania e alimentazione?

17 marzo, 2017 ,

Non è certo piacevole soffrire di emicranie! Soffrendone anch’io, so bene fino a che punto possano essere debilitanti. Chiunque soffra di emicrania la prova in modo diverso, che si tratti di una maggiore sensibilità ai rumori, alla luce, agli odori, di problemi alla vista … il tutto accompagnato da un mal di testa che può variare da molto spiacevole a quasi insopportabile. Sebbene la comunità scientifica non abbia ancora compreso i processi che stanno alla base dell’emicrania, sono stati però individuati alcuni alimenti che potrebbero essere in grado di scatenarla. Visto che ogni persona è diversa dall’altra, questi alimenti non risolveranno i problemi di tutti, ma potranno certamente essere una strada verso una soluzione per molti.

I principali colpevoli alimentari

Un’ampia gamma di fattori è stata identificata da un gran numero di persone come facenti parte degli elementi scatenanti. Tra di essi, alcuni sono proprio degli alimenti. I principali sono:

  • Formaggi stagionati
  • Alcol
  • Cioccolato
  • Agrumi
  • Caffeina in eccesso
  • Nitriti (conservanti alimentari nelle carni e nei salumi)
  • Glutammato monosodico
  • Solfiti
  • Alimenti molto grassi o molto salati (tipici dei fastfood)

Chiaramente questi alimenti non devono essere eliminati dalla vostra alimentazione. Servono per darvi un esempio di elementi scatenanti, in modo da poter fare i vostri test e le relative osservazioni. Se conoscete già quali alimenti vi causano il problema, li potete escludere dal vostro menu!

Come fare per identificarli?

La cosa migliore è tenere un diario alimentare scrivendo anche gli altri fattori che potrebbero influire sulle emicranie (livello di stress e d’energia, cicli di sonno, ecc.). Questo potrebbe darvi una mano per identificare il, o molto probabilmente gli, elementi scatenanti delle vostre emicranie.

I miei consigli contro le emicranie

E’ mia ferma convinzione che uno stile di vita salutare aiuti a controllare meglio e a ridurre la frequenza delle emicranie. Ovviamente, un medicinale prescritto da un medico rientra a tutti gli effetti in uno stile di vita salutare per chi soffre di emicrania. Ecco i 6 trucchi da mettere in pratica per avere uno stile di vita più salutare:

  • Dormite a sufficienza

Ogni persona è diversa dall’altra, ma si raccomandano in media dalle 7 alle 8 ore di sonno per notte per poter recuperare appieno. A parte il recupero dalla stanchezza, il fatto di dormire a sufficienza o meno può avere delle ripercussioni sulla nostra salute in toto.

  • Mangiate a orari regolari
  • Fate esercizio regolarmente
  • Bevete a sufficienza, in particolar modo acqua
  • Limitate il consumo di caffeina e alcol

Dato che la caffeina è uno stimolante e l’alcol un rilassante, possono entrambi influenzare il sistema nervoso e avere degli effetti sulla comparsa di un’emicrania.

Bisogna ricordare che la caffeina non si trova solamente nel caffè, ma anche nel tè, nelle bevande energetiche, nel cioccolato, ecc.

  • Riducete lo stress

Più facile a dirsi che a farsi, ma vale davvero la pena di provare visto che lo stress è uno dei principali elementi scatenanti riconosciuti da chi soffre di emicrania.

Questi consigli non sono utili solamente per chi è affetto da emicrania ma anche per chiunque voglia migliorare il suo stile di vita! La cosa migliore da fare è cercare di scoprire quali sono i vostri elementi scatenanti, che si tratti di alimenti o meno. Da parte mia, alcuni odori intensi di cibo e i periodi di forte stress mi scatenano a colpo sicuro un’emicrania. Non esitate a condividere le vostre esperienze nei commenti!


Fonti

The following two tabs change content below.

Autori

Jef L'Ecuyer

Jef L’Ecuyer

Registered Dietitian, RD at SOScuisine.com

Dt.P., Nutrizionista
Nutrizionista/dietista, membro dell’OPDQ e dei Dietisti del Canada, Jef propone una visione semplice, efficace e pratica riguardo la pianificazione dei pasti quotidiani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *