Il pepe, re delle spezie

21 gennaio, 2010

Frutto dell’albero del pepe – una liana originaria dell’India – il pepe (Piper nigrum) è utilizzato da tempi immemori. Questa spezia ravvivava il gusto degli alimenti, e mascherava la mancanza di freschezza delle carni frollate, cosa che capitava spesso prima dell’invenzione delle moderne tecniche di conservazione.

Ma l’importanza del pepe va ben oltre la sfera culinaria, poiché la sua ricerca ha spronato gli esploratori a prendere il mare e a scoprire nuove rotte e continenti.

L’albero del pepe cresce solamente nei climi tropicali molto caldi e molto umidi. Ne esistono centinaia di specie. I grani di pepe verde, nero e bianco provengono tutti dalla stessa pianta. Il loro colore infatti cambia secondo il loro grado di maturazione e il modo in cui sono stati lavorati.

In Occidente il più utilizzato è il pepe nero che, macinato all’ultimo momento, ravviva praticamente qualsiasi piatto. E’ considerato come il più aromatico, ma non sopporta il calore prolungato. E’ quindi meglio aggiungerlo al termine della cottura delle pietanze.

Per sprigionare il massimo del sapore, occorre acquistare il pepe in grani e macinarlo al momento dell’utilizzo. Il pepe nero intero si conserva quasi indefinitamente a temperatura ambiente. Non esitate ad aggiungerlo anche a dei dolci e alla frutta: Gusto garantito!

Prova la nostra ricetta Pollo grigliato aromatizzato al cumino e al pepe nero:

Pollo grigliato aromatizzato al cumino e al pepe nero

Pollo grigliato aromatizzato al cumino e al pepe nero

 

The following two tabs change content below.

Autori

Cinzia Cuneo

Cinzia Cuneo
Cofondatrice e presidente di Sukha Technologies Inc.
Italiana di nascita e canadese d’adozione, Cinzia ha deciso di coniugare le sue competenze professionali e la sua passione per la buona tavola sviluppando un servizio per aiutare i numerosi «aventi bisogno» a riprendere il controllo della loro alimentazione. Così è nata SOSCuisine. Ingegnere di formazione al Politecnico di Torino, Cinzia ha conseguito un Master’s Degree in scienze applicate all’École Polytechnique de Montréal.

Cinzia Cuneo

Articoli recenti diCinzia Cuneo (vedi tutti)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *