La jicama, un ortaggio a radice da scoprire

24 aprile, 2020 , ,

Avete già sentito parlare della jicama? È un ortaggio a radice originario dell’America Centrale, e in particolare del Messico. Il suo nome deriva dall’azteco, e significa “che ha sapore”. Assomiglia a una rapa o a una patata rotonda ma leggermente appiattita, come una trottola. La sua polpa è succosa, croccante e dolce, con un leggero retrogusto di castagna.


Si mangia cruda o cotta. Dopo averla sbucciata, la si può cuocere come gli altri tuberi. In questo modo acquisterà una consistenza simile alla patata, con una nota dolce e molte meno calorie. Mangiandola cruda, in insalata, se ne apprezza il sapore succoso e rinfrescante. Tradizionalmente i messicani tagliano la jicama a fettine sottili, aggiungendovi del succo di limone, un po’ di peperoncino, coriandolo e un pizzico di sale.

È importante sapere che la buccia deve essere tolta, poiché non è digeribile. In realtà, a accezione del tubero, tutte le altre parti della jicama (gambo, foglie, semi, ecc.) sono tossiche. In Messico infatti l’infuso ottenuto da questi semi è utilizzato come insetticida.

Quando si comprano delle jicama bisogna scegliere dei tuberi rotondi e sodi, che si conservano fino a un mese a temperatura ambiente al riparo dalla luce. Una volta tagliata bisogna conservarla in frigo avvolta in pellicola trasparente, in modo che mantenga l’umidità, o ricoperta d’acqua e qualche goccia di limone dentro a un contenitore chiuso ermeticamente. In questo caso andrà consumata entro il giorno seguente, poiché l’amido si converte rapidamente in zucchero.

Provate queste ricette con il jicama:

Chips di jicama al forno

Chips di jicama al forno

Chips di jicama al forno

Vedere la ricetta >>

Insalata di jicama

Insalata di jicama

Insalata di jicama

Vedere la ricetta >>

Autori

Cinzia Cuneo
Italiana di nascita e canadese d'adozione, Cinzia ha deciso di coniugare le sue competenze professionali e la sua passione per la buona tavola sviluppando un servizio per aiutare i numerosi «aventi bisogno» a riprendere il controllo della loro alimentazione. Così è nata SOSCuisine. Ingegnere di formazione al Politecnico di Torino, Cinzia ha conseguito un Master's Degree in scienze applicate all'École Polytechnique de Montréal.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito web utilizza dei cookie per offrire la migliore esperienza utente e assicurare buone prestazioni, la comunicazione con i social network o la visualizzazione di annunci pubblicitari. Cliccando su "ACCETTO", acconsenti all'uso dei cookie in conformità con la nostra politica sulla privacy.

La nostra newsletter settimanale include:

  • Il tuo nuovo menu
  • Ricette e consigli su come mangiare sano
  • Ogni tanto, promozioni su prodotti e servizi di SOSCuisine e alcuni partner di fiducia
  • Ogni tanto, inviti ad aiutare la ricerca scientifica, rispondendo a sondaggi o participando a studi
  • Il tuo indirizzo email non sarà mai trasmesso a terzi e potrai ritirare il tuo consenso in qualsiasi momento.
SOSCuisine, 3470 Stanley, bureau 1605, Montréal, QC, H3A 1R9, Canada.