5 consigli per ottimizzare l’alimentazione a basso contenuto di FODMAP

24 novembre, 2015 , ,

State provando a seguire l’alimentazione a basso contenuto di FODMAP* per controllare la vostra sindrome dell’intestino irritabile (SII), ma i vostri sintomi non sembrano sparire? Pensate di far parte di quel 25% di persone per le quali l’alimentazione a basso contenuto di FODMAP non è efficace? Prima di gettare la spugna, assicuratevi di seguire i seguenti consigli per migliorare le vostre probabilità di successo.

1. Siate rigorosi

Avete davvero eliminato tutti i FODMAP? Coraggio! Se occorre farlo per alcune settimane soltanto, tanto vale almeno farlo bene. La maggior parte delle persone vedono un netto miglioramento in 2 settimane, seguendo in modo rigoroso un’alimentazione a basso contenuto di FODMAP. Per rendervi le cose più semplici, seguite i nostri menu a basso contenuto di FODMAP. Ci spremiamo le meningi al posto vostro! Ogni settimana, un nuovo menu e delle ricette a basso contenuto di FODMAP vengono elaborate per voi, per garantirvi un miglior controllo dei sintomi.

*I FODMAP sono dei glucidi che fermentano nell’intestino, in parte responsabili dei sintomi nelle persone che soffrono di colon irritabile. Per maggiori informazioni, leggete quest’articolo.

Pagine: 1 2 3 4 5 Pagina successiva

The following two tabs change content below.

Autori

Jef L'Ecuyer

Jef L’Ecuyer

Registered Dietitian, RD at SOScuisine.com

Dt.P., Nutrizionista
Nutrizionista/dietista, membro dell’OPDQ e dei Dietisti del Canada, Jef propone una visione semplice, efficace e pratica riguardo la pianificazione dei pasti quotidiani.

Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *