5 consigli per ottimizzare l’alimentazione a basso contenuto di FODMAP

24 novembre, 2015 ,

State provando a seguire l’alimentazione a basso contenuto di FODMAP* per controllare la vostra sindrome dell’intestino irritabile (SII), ma i vostri sintomi non sembrano sparire? Pensate di far parte di quel 25% di persone per le quali l’alimentazione a basso contenuto di FODMAP non è efficace? Prima di gettare la spugna, assicuratevi di seguire i seguenti consigli per migliorare le vostre probabilità di successo.

1. Siate rigorosi

Avete davvero eliminato tutti i FODMAP? Coraggio! Se occorre farlo per alcune settimane soltanto, tanto vale almeno farlo bene. La maggior parte delle persone vedono un netto miglioramento in 2 settimane, seguendo in modo rigoroso un’alimentazione a basso contenuto di FODMAP. Per rendervi le cose più semplici, seguite i nostri menu a basso contenuto di FODMAP. Ci spremiamo le meningi al posto vostro! Ogni settimana, un nuovo menu e delle ricette a basso contenuto di FODMAP vengono elaborate per voi, per garantirvi un miglior controllo dei sintomi.

2. Tenete sotto controllo lo stress

Più facile a dirsi che a farsi, mi direte! Sappiamo che lo stress riveste un ruolo importante, sia nello sviluppo della SII, sia nella gestione dei sintomi. E’ magnifico fare molta attenzione alla vostra alimentazione, ma se siete sempre allo stremo, i vostri sforzi saranno con buona probabilità inutili. La soluzione? Prendervi ogni giorno qualche minuto soltanto per voi, per stabilire le vostra priorità e rilassarvi. Anche l’attività fisica può aiutarvi a ridurre lo stress; lo yoga è particolarmente interessante, dato che può aiutare a ridurre i sintomi associati alla SII.

3. State in guardia dai FODMAP nascosti

L’industria alimentare adora aggiungere dei prodotti dolcificanti agli alimenti lavorati per migliorarne il sapore e la consistenza. Tuttavia, questi prodotti sono molto spesso dei FODMAP! Fate attenzione ad evitare l’inulina, lo sciroppo d’agave, il miele e gli edulcoranti come il sorbitolo e lo xilitolo nei vostri alimenti. Possono essere responsabili dei sintomi che sussistono nonostante la vostra assiduità.

Gli alimenti più spesso colpevoli:

  • Gomme da masticare senza zucchero (contengono degli edulcoranti : polioli)
  • Brodo pronto (contiene spesso aglio e cipolla: fruttani)
  • Prodotti cerealicoli pronti (barrette tenere, pane) (contengono spesso l’inulina : fruttani)

Se assumete dei farmaci, chiedete al vostro farmacista se c’è la possibilità  che i vostri medicinali contengano dei FODMAP.

*I FODMAP sono dei glucidi che fermentano nell’intestino, in parte responsabili dei sintomi nelle persone che soffrono di colon irritabile. Per maggiori informazioni, leggete quest’articolo.

Pagine: 1 2 Pagina successiva

The following two tabs change content below.

Autori

Jef L'Ecuyer

Jef L’Ecuyer

Registered Dietitian, RD at SOScuisine.com

Dt.P., Nutrizionista
Nutrizionista/dietista, membro dell’OPDQ e dei Dietisti del Canada, Jef propone una visione semplice, efficace e pratica riguardo la pianificazione dei pasti quotidiani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La nostra newsletter settimanale include:

  • Il tuo nuovo menu
  • Ricette e consigli su come mangiare sano
  • Ogni tanto, promozioni su prodotti e servizi di SOSCuisine e alcuni partner di fiducia
  • Ogni tanto, inviti ad aiutare la ricerca scientifica, rispondendo a sondaggi o participando a studi
  • Il tuo indirizzo email non sarà mai trasmesso a terzi e potrai ritirare il tuo consenso in qualsiasi momento.
SOSCuisine, 3470 Stanley, bureau 1605, Montréal, QC, H3A 1R9, Canada.