Gli 8 migliori alimenti per prevenire l’Alzheimer

23 febbraio, 2017 ,

In un articolo precedente sulla dieta MIND per la prevenzione della malattia d’Alzheimer, vi ho parlato di alcuni alimenti che sono da privilegiare. Oggi torno sull’argomento per ricordarvi quali sono questi alimenti, e perché sono interessanti da un punto di vista nutrizionale.

Olio d’oliva

olive-oil-968657_1280

Se siete nostri assidui lettori, non è certo la prima volta che ci sentite parlare dell’olio d’oliva … e probabilmente non sarà nemmeno l’ultima! Molte persone hanno già decantato i benefici dell’olio di oliva nell’alimentazione mediterranea e, più recentemente, anche nel contesto della dieta MIND. Lo conoscevamo per i suoi grassi buoni e per il fatto che il suo consumo regolare aiuta a ridurre il “colesterolo cattivo”, e ad aumentare il “colesterolo buono”. Adesso sembra che il suo utilizzo regolare aiuti anche a prevenire la malattia d’Alzheimer.

Il consiglio è di usare l’olio d’oliva normale per cucinare gli alimenti, e quello extravergine per condire le insalate.

Cereali integrali

Oltre alle fibre, i cereali integrali contengono anche più vitamine e minerali rispetto alle loro controparti raffinate.  Preferiremo perciò il riso integrale rispetto al riso bianco o a quello a cottura rapida, l’avena integrale rispetto ai fiocchi d’avena, e l’orzo decorticato all’orzo perlato. Altre valide scelte sono la quinoa, il farro, l’amaranto, il bulgur (grano spezzato), e il miglio.

Pagine: 1 2 3 4 Pagina successiva

The following two tabs change content below.

Autori

Jef L'Ecuyer

Jef L’Ecuyer

Registered Dietitian, RD at SOScuisine.com

Dt.P., Nutrizionista
Nutrizionista/dietista, membro dell’OPDQ e dei Dietisti del Canada, Jef propone una visione semplice, efficace e pratica riguardo la pianificazione dei pasti quotidiani.

Articles

One Response to “Gli 8 migliori alimenti per prevenire l’Alzheimer”

giugno 23, 2018 at 9:11 am, Corrado said:

trovo interessante i vostri suggerimenti . Pertanto ne terrò conto e consiglierei altri lettori a tenerli in considerazione.grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *