FODMAP, il nuovo “senza glutine”?

9 febbraio, 2016 , ,

Glutine vs FODMAP, chi è il colpevole?

diet-choices-foods-diete

Numerosi studi indicano che la sindrome dell’intestino irritabile (SII) e la sensibilità al glutine non celiaca (SGNC) hanno diversi punti in comune, in particolare i sintomi e gli alimenti che sembrano esserne la causa.

Alcune persone che soffrono di problemi digestivi, seguendo una dieta senza glutine vedono i loro sintomi diminuire… ma quali componenti sono davvero la causa dei loro sintomi: il glutine o i FODMAP? Fino a poco fa, il grano ed altri cereali contenenti glutine erano spesso indicati per spiegare i sintomi fastidiosi e sgradevoli che si accompagnano alla SII e alla SGNC. E’ da notare che i cereali contenenti glutine contengono anche dei FODMAP, principalmente dei fruttani e dei galatto-oligosaccaridi. Eliminando i prodotti cerealicoli contenenti glutine, vengono anche eliminati una grande parte dei FODMAP dall’alimentazione!

Allora, chi è il vero colpevole? L’argomento è ancora dibattuto. Se ci affidiamo alle più recenti ricerche e alle opinioni degli esperti sul tema, è più probabile che i sintomi associati alla sensibilità al glutine non celiaca siano dovuti al loro contenuto di FODMAP del grano e di altri cereali piuttosto che al loro contenuto di glutine.

Altri studi recenti indicano che una minoranza della popolazione sarebbe effettivamente sensibile alle proteine del grano, compreso il glutine. Questa sensibilità sarebbe la causa di sintomi simili a quelli della SII, ma in questo caso si parla piuttosto di sensibilità non celiaca alle proteine del grano (tradotto dall’inglese: NCWPS – non-coeliac-wheat-protein-sensitivity). L’incidenza di questa sensibilità si manifesterebbe con lo stesso ordine di grandezza della malattia celiaca, ossia circa l’1% della popolazione.

Per concludere

La maggior parte delle persone che vedono migliorare i loro sintomi digestivi quando eliminano il glutine dovrebbero senz’altro provare l’alimentazione a basso contenuto di FODMAP. Seguendo questo metodo potrebbero individuare quali FODMAP causano loro problemi ed evitare di limitare la loro alimentazione più del necessario!

PRODOTTI SENZA GLUTINE = PRODOTTI POVERI DI FODMAP?Attenzione a non cadere nel tranello del senza glutine = povero di FODMAP. I prodotti senza glutine non sono tutti a basso contenuto di FODMAP, e viceversa. Se seguite un’alimentazione a basso contenuto di FODMAP, fate attenzione a non ritrovarvi i seguenti ingredienti nei vostri prodotti cerealicoli, poiché nascondono dei FODMAP:

  • farine di legumi
  • farine di noci
  • concentrati di succhi di frutta
  • miele
  • integratori di fibre, come l’inulina

banniere-dieta-fodmap-it


SOURCES

  1. Muir, J & Gibson P.(2014). The Emerging story of dietary fibre & gut health. Food Australia: 34-37. Tiré de http://foodaust.com.au/wp-content/uploads/2014/04/Jane_Muir_Peter_Gibson.pdf
  2. De Giorgio, R., Volta, U. and Gibson, P.R. (15 juin 2015). Sensitivity to wheat, gluten and FODMAPs in IBS: facts or fiction? Gut; 65:169-179. Tiré de http://gut.bmj.com/content/early/2015/06/15/gutjnl-2015-309757.abstract
  3. Monash University. (2015). The Monash University Low FODMAP Diet. [version 1.4] [Logiciel d’application mobile]. Téléchargé à partir de https://itunes.apple.com/au/app/monash-university-low-fodmap/id586149216?mt=8&ign-mpt=uo%3D4
  4. Dietitians of Canada. (novembre 2013). PEN nutrition: Celiac/Coeliac Disease Background. tiré de http://www.pennutrition.com/KnowledgePathway.aspx?kpid=924&trid=1247&trcatid=38

Pagine:Pagina precedente 1 2

The following two tabs change content below.

Autori

Jef L'Ecuyer

Jef L’Ecuyer

Registered Dietitian, RD at SOScuisine.com

Dt.P., Nutrizionista
Nutrizionista/dietista, membro dell’OPDQ e dei Dietisti del Canada, Jef propone una visione semplice, efficace e pratica riguardo la pianificazione dei pasti quotidiani.

Jef L'Ecuyer

Articoli recenti diJef L’Ecuyer (vedi tutti)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *