Orzo, il cereale dei gladiatori

12 agosto, 2019 ,

L’orzo (Hordeum vulgare), che appartiene alla stessa famiglia del frumento e dell’avena, è il più antico cereale coltivato. Le testimonianze più antiche di coltivazione risalgono al 10 500 a.C., nel Neolitico. Anticamente era rinomato come simbolo di potere e valore bellico, tanto che i gladiatori venivano chiamati hordearii, ovvero “uomini d’orzo”.

Quest’antico cereale fu poi largamente soppiantato dal frumento, quando i nostri antenati scoprirono la tecnica di produzione del pane lievitato. Al giorno d’oggi, solo un terzo della produzione mondiale è destinato al consumo umano, principalmente per birra e whisky di malto! L’Unione Europea è al primo posto tra i paesi produttori.

L’orzo è ricco di fibre solubili, il cui consumo può aiutare la salute dell’intestino e normalizzare i livelli di colesterolo e glucosio nel sangue. Due sono i tipi utilizzati principalmente in cucina. Quello normale, detto anche “mondo”, e quello perlato. Quest’ultimo è più rapido da cucinare perché privo del rivestimento esterno, cioè del tegumento e dell’embrione, quindi si mette direttamente sul fuoco senza precedente ammollo e occorrono circa 30 minuti di cottura. La proporzione corretta tra perlato e acqua è di circa 3 parti di acqua e 1 di orzo. Quello tradizionale, quindi non perlato, necessita invece di un ammollo di almeno 6 ore e di una cottura di almeno 60 minuti, con un quantitativo superiore di acqua circa 6 parti di acqua e 1 di orzo.

Provate ad aggiungere questo cereale nei vostri menu come sostituto del riso, nelle insalate, nei pilaf o nelle zuppe.

Orzo pilaf

Orzo pilaf

Vedere la ricetta >>

Terrina di orzo mondato

Terrina di orzo mondato

Vedere la ricetta >>

Zuppa di orzo e lenticchie

Zuppa di orzo e lenticchie

Vedere la ricetta >>

Vedere tutte le nostre ricette con orzo

The following two tabs change content below.

Autori

Cinzia Cuneo

Cinzia Cuneo
Cofondatrice e presidente di Sukha Technologies Inc.
Italiana di nascita e canadese d’adozione, Cinzia ha deciso di coniugare le sue competenze professionali e la sua passione per la buona tavola sviluppando un servizio per aiutare i numerosi «aventi bisogno» a riprendere il controllo della loro alimentazione. Così è nata SOSCuisine. Ingegnere di formazione al Politecnico di Torino, Cinzia ha conseguito un Master’s Degree in scienze applicate all’École Polytechnique de Montréal.

Cinzia Cuneo

Articoli recenti diCinzia Cuneo (vedi tutti)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza dei cookie per offrire la migliore esperienza utente e assicurare buone prestazioni, la comunicazione con i social network o la visualizzazione di annunci pubblicitari. Cliccando su "ACCETTO", acconsenti all'uso dei cookie in conformità con la nostra politica sulla privacy.

La nostra newsletter settimanale include:

  • Il tuo nuovo menu
  • Ricette e consigli su come mangiare sano
  • Ogni tanto, promozioni su prodotti e servizi di SOSCuisine e alcuni partner di fiducia
  • Ogni tanto, inviti ad aiutare la ricerca scientifica, rispondendo a sondaggi o participando a studi
  • Il tuo indirizzo email non sarà mai trasmesso a terzi e potrai ritirare il tuo consenso in qualsiasi momento.
SOSCuisine, 3470 Stanley, bureau 1605, Montréal, QC, H3A 1R9, Canada.