5 consigli per un buon transito intestinale

28 marzo, 2016 ,

Nonostante l’argomento non sia certamente elegante, capita a tutti di interrogarsi a riguardo del proprio transito intestinale. Cosa in effetti voglia dire avere un “buon” transito intestinale è un fatto molto personale; alcune persone vanno in bagno tutti i giorni, o più volte al giorno, mentre altre si sentono a proprio agio andandoci solamente qualche volta a settimana. La qualità del transito intestinale non è da giudicare solamente a seconda della frequenza delle evacuazioni, ma anche dalla loro consistenza. Il transito intestinale viene influenzato da numerosi fattori, come l’apporto alimentare e idrico, le vostre attività, lo stress, ecc.

Vi propongo qui qualche consiglio per avere un buon transito intestinale. Anche se non soffrite di diarrea o stitichezza croniche, questi suggerimenti sono comunque utili. Come si dice spesso, c’è sempre margine per un miglioramento;)

1. Assumete una quantità sufficiente di fibre

fruit-918979_1280

E’ importante avere un buon equilibrio tra l’apporto di fibre solubili e insolubili. Ciascuna di esse ha delle funzioni differenti:

  • Le fibre solubili aiutano a rendere le feci più voluminose, creando un gel nel sistema digerente. Aiutano quindi ad alleviare la diarrea. Le fibre solubili si trovano principalmente nella frutta e nella verdura senza peluria e/o semi, (mele, barbabietole, banane, …), nei prodotti cerealicoli (avena per il semolino, riso bianco, …), il burro di noce cremoso, lo psillio (Metamucil) e l’inulina (Benefibra).
  • Le fibre insolubili, invece, stimolano i movimenti intestinali dando al contempo volume alle feci, aiutando in tal modo ad alleviare la stitichezza. Si trovano principalmente nella frutta e verdura con peluria e/o semi (sedano, frutti di bosco/bacche, verdure a foglia verde, …),  prodotti cerealicoli integrali, noci e semi.

Se non siete abituati ad assumere fibre (se mangiate solitamente poca frutta e verdura, prodotti cerealicoli raffinati, ecc.), può capitare che risentiate qualche disagio se aumentate il vostro apporto di fibre in modo troppo drastico. Per evitare questi fastidi, aumentate il vostro apporto di fibre gradualmente. Il nostro menu stitichezza può aiutarvi a raggiungere la quantità di fibre ideale in modo graduale.

Pagine: 1 2 3 4 5 Pagina successiva

The following two tabs change content below.

Autori

Jef L'Ecuyer

Jef L’Ecuyer

Registered Dietitian, RD at SOScuisine.com

Dt.P., Nutrizionista
Nutrizionista/dietista, membro dell’OPDQ e dei Dietisti del Canada, Jef propone una visione semplice, efficace e pratica riguardo la pianificazione dei pasti quotidiani.

Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *