Tutto quello che c’è da sapere sull’intolleranza all’istamina

19 agosto, 2020 ,

Questo articolo è stato scritto originariamente il 19 agosto 2020 e aggiornato il 14 aprile 2021.

L’istamina è un composto chimico derivato dall’amminoacido istidina. È nota per il suo ruolo nella risposta immunitaria dell’organismo alle proteine estranee, in particolare nella risposta allergica. Durante una reazione allergica gli anticorpi provocano il rilascio di istamina, che può scatenare una cascata di reazioni infiammatorie e causare vari sintomi. Nella vita di tutti i giorni piccole quantità di istamina aiutano a regolare le funzioni in tutto il corpo. Essa è prodotta dai globuli bianchi del corpo chiamati mastociti, ma è anche naturalmente presente in molti alimenti. La quantità di istamina negli alimenti può essere inerente all’alimento o dipendere da fattori esterni come la fase di maturazione, la conservazione, il metodo di lavorazione e l’origine.

Intolleranza all’istamina

Questa intolleranza può manifestarsi quando il corpo produce più istamina di quanta ne riesca a scomporre. Alcune ipotesi suggeriscono che questa intolleranza possa essere causata da una carenza o da una ridotta attività dell’enzima diammina ossidasi (DAO), che aiuta a scomporre l’istamina nell’organismo, oppure da una maggiore produzione endogena, o da una predisposizione genetica. In alcuni casi, la carenza dell’enzima DAO può essere una condizione temporanea e reversibile. Se per qualsiasi motivo i livelli di istamina nel corpo sono elevati, mangiare cibi ricchi di istamina può scatenare una varietà di sintomi che variano da persona a persona. È da notare che anche l’assunzione di alcuni farmaci può influenzare il livello nel corpo.

Come capire se si soffre di intolleranza all’istamina?

Proprio come le persone che soffrono di intolleranza ai FODMAP*, chi soffre di intolleranza all’istamina può manifestare dei sintomi digestivi (mal di stomaco, gonfiore, diarrea, stitichezza, reflusso, dolori addominali, ulcere della bocca, nausea, vomito). Tuttavia, a differenza dell’intolleranza ai FODMAP, l’intolleranza all’istamina è solitamente accompagnata anche da sintomi non digestivi, che possono includere un restringimento della gola o del torace, palpitazioni cardiache, emicrania, vertigini, capogiri, dolori articolari o muscolari, vampate di calore, prurito, orticaria o eczema, affaticamento, depressione e congestione nasale. I sintomi possono essere molto diversi da persona a persona. In genere i sintomi possono manifestarsi immediatamente dopo aver mangiato un alimento scatenante, oppure più tardi (da due a quattro ore dopo). In certi casi i sintomi possono variare con le stagioni dell’anno. L’assunzione di antistaminici può aiutare a ridurre i sintomi legati all’intolleranza. Poiché l’intolleranza alimentare non comporta la risposta immunitaria dell’organismo, un test allergico non è in grado di diagnosticare l’intolleranza all’istamina. Ad ogni modo è importante consultare un allergologo per escludere la presenza di un’allergia alimentare o di un’allergia a qualsiasi sostanza che potrebbe essere la causa dei sintomi. È anche importante escludere altre potenziali cause dei sintomi, comprese cattive abitudini di vita, mastocitosi sistemica, altre condizioni gastrointestinali come la celiachia o l’assunzione di farmaci che inibiscono l’enzima DAO.

Pagine: 1 2

The following two tabs change content below.

Autori

Kathryn Adel

Kathryn Adel

Kathryn è titolare di una laurea in kinesiologia e una in alimentazione, e di un master in alimentazione sportiva. È membro dell’OPDQ e dell’Academy of Nutrition and Dietetics. Atleta di mezzofondo, ha corso per la squadra olimpica di Montréal e il Rouge et Or. Kathryn è specializzata in alimentazione sportiva, perdita di peso, diabete, salute cardiovascolare e gastrointestinale. Kathryn ha molta esperienza con l’approccio FODMAP e ha completato la certificazione dell’Università Monash.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza dei cookie per offrire la migliore esperienza utente e assicurare buone prestazioni, la comunicazione con i social network o la visualizzazione di annunci pubblicitari. Cliccando su "ACCETTO", acconsenti all'uso dei cookie in conformità con la nostra politica sulla privacy.

La nostra newsletter settimanale include:

  • Il tuo nuovo menu
  • Ricette e consigli su come mangiare sano
  • Ogni tanto, promozioni su prodotti e servizi di SOSCuisine e alcuni partner di fiducia
  • Ogni tanto, inviti ad aiutare la ricerca scientifica, rispondendo a sondaggi o participando a studi
  • Il tuo indirizzo email non sarà mai trasmesso a terzi e potrai ritirare il tuo consenso in qualsiasi momento.
SOSCuisine, 3470 Stanley, bureau 1605, Montréal, QC, H3A 1R9, Canada.